RISTRUTTURARE CASA CON I GIUSTI PROFESSIONISTI

Ristrutturare casa può risultare una gran bella avventura, divertente e creativa, ma, se non si fa nel modo giusto e soprattutto non ci si rivolge alle persone giuste, può trasformarsi in un vero incubo. Questo cosa significa? Per rispondere occorre compiere alcune piccole distinzioni.

Ristrutturazioni semplici

Partiamo da quelle che possiamo chiamare “ristrutturazioni semplici”: si tratta delle ristrutturazioni che tutti, almeno un paio di volte nella vita, hanno fatto in casa propria, vale a dire ritinteggiare le pareti, sistemare un pavimento, sostituire una finestra, cambiare la rubinetteria… Si tratta di interventi minimi, non troppo dispendiosi né in termini di tempo né in termini di denaro, e alcuni possono essere fatti dagli stessi proprietari che si improvvisano tinteggiatori o idraulici armandosi di rulli, pennelli, chiavi inglesi e tanta buona volontà.

Quando il gioco si fa duro…

Quando però la ristrutturazione è “completa”, o ancora parziale ma va a modificare in modo sostanziale alcuni impianti o l’assetto distributivo della casa, allora l’intervento si fa più complesso e anche più costoso. Prima di tutto occorre individuare con esattezza quali lavori è opportuno avviare nella propria casa e in base ad essi si dovranno chiedere eventuali permessi al proprio Comune di residenza (con riferimento al Testo unico dell’edilizia). Si dovrà capire se l’intervento è solo di manutenzione ordinaria o straordinaria (per esempio, se viene fatto per realizzare o per integrare i servizi igienici senza però che questo modifichi la destinazione d’uso o le superfici interessate); se è di restaurazione, di risanamento conservativo oppure se è una vera e propria ristrutturazione edilizia che comporti, per esempio, l’abbattimento o la costruzione di muri.

CASA

Progettazione, ristrutturazione e fornitura dei materiali

CONDOMINI

Rifacimento facciate tetti cappotti

AZIENDA

Progettazione ristrutturazione locali ufficio e produzione e forniture d’arredamento

PER TUTTE LE REALTA’

Interventi a chiamata per urgenze

NESSUN PROBLEMA C'E' DOMOSERVICE

Professionalità, creatività e impegno

In breve, una visita agli uffici di Domoservice a Torino permetterà a tutti di dormire sonni tranquilli: dopo un breve colloquio, si individuerà la soluzione ottimale per il proprio caso e si passerà al preventivo che terrà conto di tutte le opzioni. Una volta stabilite le mosse con il cliente, occorrerà solo affidarsi a Domoservice che si occuperà di tutto: coach, architetti, interior designer, idraulici, muratori e tutte le maestranze necessarie si prenderanno cura con impegno, determinazione e professionalità  del loro settore con un unico scopo: offrire al cliente un prodotto di altissima qualità secondo le sue richieste e le sue esigenze. Senza trascurare un’imprescindibile attenzione all’eleganza e al buon gusto.

Una questione di stile

Come si è detto, Domoservice non si occupa solo dell’aspetto puramente tecnico (materiali e rivestimenti adeguati, per esempio), ma riserva molta attenzione anche al design della casa che va a ristrutturare. Un edificio, un appartamento, una singola stanza hanno una forma, una storia, uno scopo che al proprietario stanno a cuore e che devono essere preservati e potenziati per assecondare sia il gusto estetico sia la loro funzionalità.

La storia da rispettare

Questo si comprende bene se si pensa ad una casa antica, in cui una famiglia vive da generazioni e che parla di secoli e di un alternarsi significativo di persone: in questo caso un intervento di ristrutturazione non dovrà solo garantire che i muri siano ben isolati e che gli impianti rispondano alle nuove normative di legge, ma dovrà anche rispettare il carattere di quel luogo, per esempio mantenendone i muri a vista se la cucina era rustica, le travi sul soffitto che davano un senso di calore e di robustezza, i colori delle pareti caldi e confortevoli che sembrano trasudare storie e parole di famiglie che li hanno vissuti.

Non dimentichiamo l’interior design

Per questo Domoservice considera terminato un lavoro solo quando anche l’ultimo cuscino è sistemato: senza dubbio il cliente può richiedere i suoi servigi anche solo per cambiare le piastrelle in cucina, ma se invece desidera l’intero pacchetto, allora assisterà a veri prodigi sia edilizi sia di interior design: i suoi interior designer, infatti, implementeranno quanto fatto dalle maestranze con il loro tocco creativo, proponendo colori, complementi e rifiniture adatte ad ogni palato, occasione, scopo e utilizzo.

FISCO E DETRAZIONI

Ristrutturazione e detrazioni

Ma quando si decide di ristrutturare casa è bene anche sapere che, attraverso la dichiarazione dei redditi, è possibile detrarre una percentuale delle spese sostenute. Va da sé che non tutti possono beneficiarne e che le percentuali variano da caso a caso. L’importo massimo della detrazione dipenderà dall’ammontare della spesa finale, dal periodo in cui i lavori sono stati eseguiti e dal tipo di intervento fatto. Proprio dal sito dell’agenzia delle entrate si legge che “una detrazione del 50% spetta sulle spese sostenute, dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2017, per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, oppure di classe A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica, finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

La detrazione è, invece, pari al 65% delle spese effettuate, dal 4 agosto 2013 al 31 dicembre 2016, per interventi di adozione di misure antisismiche su costruzioni adibite ad abitazione principale o ad attività produttive che si trovano in zone sismiche ad alta pericolosità”.

Cosa si può dedurre?

Per quanto riguarda i lavori detraibili, nella manutenzione straordinaria rientrano, per esempio, il rifacimento delle scale, l’abbattimento e la ricostruzione della parte interna dei muri, la sostituzione di infissi e serramenti, la sostituzione o la riparazione della caldaia oppure l’installazione di pannelli solari. Pochi sanno che anche l’acquisto di un elettrodomestico durante un intervento di ristrutturazione può essere detratto fino al 50% del suo valore. Il rimborso viene dilazionato negli anni sulla dichiarazione dei redditi.

Finanziamenti ad hoc

La crisi certo non aiuta e talora il sogno di acquistare la casa dei sogni sfuma perché non si dispone poi del denaro necessario a ristrutturare. Anche in questo caso c’è una soluzione: i finanziamenti. Agenzie di assicurazione e banche offrono prestiti agevolati per piccole cifre per fare interventi di ristrutturazione, senza chiedere forti garanzie. La cosa migliore è paragonare i requisiti e soprattutto le condizioni che le varie società di finanziamento offrono in modo da trovare quelli che sembrano migliori per ogni singolo caso.

A TUA DISPOSIZIONE PER QUALSIASI INFORMAZIONE

PER UN PREVENTIVO COMPILA IL FORM